Gestione TLC Esercitazione Provinciale

21462980_10212260213932112_790724179859877804_nNella giornata di sabato 16 settembre, nonostante le condizioni meteo avverse, si è svolta un’esercitazione a livello provinciale organizzata dal CCV-BG che ha coinvolto circa 75 comuni della provincia bergamasca.

Lo scenario di rischio ipotizzato è stato quello idrogeologico, e il maltempo che ha caratterizzato la giornata lo ha resto ancora più realistico.

Oltre agli scenari esercitativi di dissesto idrogeologico creati ad hoc dai singoli comuni per testare le proprie attrezzature ed addestrare i propri volontari (allagamenti, straripamenti ed alberi abbattuti) si sono effettuati anche alcuni interventi reali dovuti alle forti piogge.

Il coordinamento e il monitoraggio della situazione su tutti i “cantieri” è stata effettuata dalla FIR CB per mezzo delle proprie strutture federate: UOR Bergamo e Volontari dell’Adda. Si è provveduto infatti ad istituire due sale operative, una ad EST ed una ad OVEST della provincia bergamasca, dove FIR ha montato attrezzature radio campali per mettersi in collegamento con i comuni / enti coinvolti nell’esercitazione.

Supporto alla Treviva 2017

20170610_130834Nei giorni 10 ed 11 giugno 2017 si è svolta in Treviolo un’altra edizione della Treviva, due giorni di festa con bancarelle ed eventi che hanno interessato buona parte del paese di Treviolo. L’edizione di quest’anno è stata dedicata alla cultura ed alla sensibilizzazione alla raccolta differenziata (grazie a due postazioni dedicate). I volontari del gruppo UOR Bergamo hanno collaborato con l’amministrazione Comunale, promotrice dell’evento, per la gestione ed il coordinamento delle comunicazioni radio tra tutti i soggetti presenti.

Evacuazione istituto scolastico Majorana Seriate

sicurezza scuolaSabato 13 maggio ’17 si è svolta una prova di evacuazione dell’istituto Ettore Majorana (succursale) di Seriate. I volontari dell’Associazione UOR Bergamo, insieme con i Volontari dell’Adda e dell’Associazione sanitaria Soccorso Cisanese, sono intervenuti simulando un incendio all’interno dell’edificio scolastico. La simulazione è stata realizzata utilizzando una macchina per produrre fumo atossico che ha invaso i corridoi, mentre una specialista truccatrice della quadra sanitaria provvedeva a truccare con finte ferite due alunni prestati a fare da “cavie”. Allo scattare dell’allarme di evacuazione i ragazzi con il corpo docente sono usciti in modo ordinato dall’istituto raggiungendo i relativi punti di raccolta assegnati. Dopo qualche instante i mezzi di soccorso (che attendevano il via libera alla simulazione in un parcheggio poco distante) hanno fatto il loro ingresso nel cortile della scuola. Immediatamente sul posto le squadre dei volontari di Protezione Civile hanno effettuato un primo sopralluogo esterno, ritrovando un ragazzo (figurante) a terra nei pressi di una delle uscite posteriori. Via radio è stato richiesto l’intervento dei sanitari che con un operatore radio hanno raggiunto l’infortunato per soccorrerlo immobilizzandolo e trasportarlo in luogo sicuro. Subito dopo il responsabile della sicurezza dell’istituto ha comunicato che dal suo conteggio dei presenti presso i punti di raccolta mancava all’appello un secondo ragazzo, segnalando anche la possibile posizione. Due squadre di volontari sono quindi entrati all’interno alla ricerca del disperso, trovandolo poco dopo nello spogliatoio della palestra. Anche in questo caso via radio è stata allertata la squadra sanitaria che entrata all’interno ha raggiunto il secondo figurante “intossicato” e lo ha accompagnato fuori.